Programma escursioni 2019


I - mercoledì 15 maggio

Val Piova, Fienili Mandre, Val de l’Orsa, risalita della forra dei Romotoi, Val Ciarnera, Fienili Costa, Val Piova

escursione pomeridiana con ritrovo alle ore 13.30 al parcheggio della Stazione delle corriere; trasferimento in auto a Vigo di Cadore. Dislivello di 250 metri. Previsto il guado di torrenti e la risalita di brevi tratti attrezzati   

 

II - mercoledì 22 maggio

Valbona, Sopìš, Pulpito della Cascata del Pìš, Landre Scure, Sopìš, Valbona

escursione serale con ritrovo alle ore 18.00 al parcheggio della Stazione delle corriere; dislivello di 250 metri. Previsto il guado di torrenti  

 

III - mercoledì 29 maggio

Pian dei Menìs, risalita del Ru de Limides, Pénes de Fouzarego, Pian dei Menìs

escursione serale con ritrovo alle ore 18.00 al parcheggio di Gilardon (ex-Meloncino); dislivello di 250 metri.  Previsto il guado di torrenti

 

IV - mercoledì 5 giugno

Castel, Val Granda, Pian de Col dei Stonbe, Ru Bosco, Val Padeon, Val Pomagagnon, Val Granda, Castel

escursione pomeridiana con ritrovo alle ore 14.00 al parcheggio di Fiames (casetta del Parco); dislivello 400 metri. Previsto il guado di torrenti

 

V - mercoledì 12 giugno

Fedèra, Van dei Zerve, Poşuógo, corso del Ru d’Ortié, Pian dei Mošìte, Parù de Sonforcia, Sonforcia, Pian dei Cogoi, Prenşèra de Lago, corso del Ru de Fedèra, Ponte de Fedèra

escursione pomeridiana con ritrovo alle ore 14.00 al parcheggio di Pianòzes e salita in auto fino a Fedèra; dislivello 500 metri. Previsto il guado di torrenti

 

VI - mercoledì 19 giugno

Passo Fedaja, Pian de Scalet, Col de Baranchie, marmitte della Ciamorciaa, Gran Poz, Passo Fedaja

escursione pomeridiana con ritrovo alle ore 13.30 al parcheggio di Gilardon (ex-Meloncino); dislivello di 250 metri. Trasferimento in auto al Passo Fedaja.

 

In caso di maltempo, nell’impossibilità di essere effettuate alla data prevista, le escursioni verranno annullate. Pur non presentando grandi dislivelli o difficoltà continue, tutte le escursioni possono comportare qualche passaggio esposto che richiede assenza di vertigini e piede fermo. Per ragioni di responsabilità e sicurezza, previa valutazione delle capacità degli escursionisti non conosciuti, l’organizzazione si riserva di sconsigliare loro la partecipazione o il superamento di determinati tratti.

Le escursioni del 2019 hanno come destinazione comune diversi corsi d’acqua dolomitici nei loro vari aspetti: sorgenti, cascate, forre, marmitte ed altro. Lo scopo delle escursioni è quello di avvicinare gli escursionisti alla bellezza e alla ricchezza delle acque dei nostri territori, per far meglio comprendere il valore di questi ambienti naturali e della risorsa acqua anche al di là dell’aspetto idroelettrico. Il percorso escursionistico delle Cascate di Fanes, a livello locale, è l’esempio più eclatante di come questa risorsa può essere valorizzata a livello turistico senza intaccarne la selvaggia bellezza e mantenendo la frequentazione entro i limiti di sicurezza.

Fatta salva la risalita de Ru dei Romotoi, che presenta alcuni tratti attrezzati, i percorsi proposti non prevedono tratti esposti o pericolosi per onde di piena all’interno di forre, ma non si esclude qualche imprevisto e salutare “pediluvio”.

 

Altre News

SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, INCARICHI RETRIBUITI E VANTAGGI ECONOMICI - LEGGE 124/2017 art. 1 comma 125 e ss. ...
leggi tutto >>


PRESENTAZIONE RICERCHE ARCHEOLOGICHE A PODESTAGNO

...
leggi tutto >>